• Phone: +39 06 50 91 5373
  • Email: info@bteitalia.com

Blog

Le temperature ideali degli ambienti domestici

Le temperature ideali degli ambienti domestici

10 Gen 2018 / Blog

La temperatura da mantenere negli ambienti domestici riveste un'importanza fondamentale per la salute delle persone e necessita di particolare attenzione soprattutto se tra gli inquilini vi sono bambini o anziani. Parametri quali i gradi e la percentuale di umidità contribuiscono a migliorare lo stato fisico e mentale dei soggetti, rilasciandoti delle sensazioni di benessere.

Temperatura effettiva e percepita: le differenze

La temperatura può agire diversamente sulla persona a seconda delle caratteristiche fisiche e dello stato di salute. Sarebbe ad esempio impreciso affermare che a 20°C la casa è calda e a 15°C l'ambiente è freddo. Oltre al valore relativo all'umidità, in grado di aumentare o diminuire la percezione della temperatura effettiva, dipende anche dagli ambienti e dalle persone che in essi ci vivono. Ecco il motivo per il quale parlare di temperatura assoluta o effettiva non avrebbe molto senso.
La temperatura percepita è quella che maggiormente conta e deriva dalla sinergia esistente tra quella effettiva e fattori aggiuntivi, come appunto umidità, sole e vento.


Regolazione dei parametri domestici

Esistono sistemi oggi capaci di ottimizzare la temperatura degli ambienti domestici grazie ad esempio alla domotica e agli impianti di trattamento dell'aria. La tecnologia consente non solo di poter regolare la temperatura di ciascun locale della tua casa, ma anche di intervenire sul tasso di umidità espresso solitamente in percentuale. Così facendo il tuo corpo potrà beneficiare di sensazioni piacevoli di caldo o di freddo che ti giungeranno gradatamente facendoti stare meglio. Massimizzando le condizioni ideali è così possibile interagire con l'impianto di riscaldamento e noi di BTE Italia siamo in grado di proporre interessanti soluzioni.

Temperatura e umidità vanno di pari passo e devono agire in compensazione. Se mediamente è corretto mantenere un livello di umidità compreso tra il 40% e il 65% è anche vero che non sempre è possibile farlo e quindi bisogna intervenire sulla temperatura, sempre considerando le persone, il loro stato fisico, le loro attività e le loro situazioni in casa. Un esempio potrebbe essere il seguente.
  - 18°C e umidità 100%
  - 19°C e umidità 80%
  - 20°C e umidità 60%
  - 21,5°C e umidità del 40%
  - 23°C e umidità del 20%
Come si evince un'umidità elevata aumenta la percezione di calore, mentre una bassa la limita.


Come stabilire la temperatura ideale negli ambienti domestici

Ciascun ambiente necessita della propria temperatura ideale: è intuitivo pensare che la cantina dovrà avere una temperatura differente rispetto al soggiorno e ancora diversa se paragonata a quella della stanza da letto.

Per stabilirà il valore ottimale è necessario procedere con qualche valutazione dell'ambiente.
   - Presenza di finestre e infiltrazioni d'aria
   - Posizionamento di elettrodomestici
   - Locale irradiato dal sole oppure sempre in ombra
   - Temperatura esterna a seconda della stagione

Con questi parametri è possibile stilare un'analisi più approfondita e stabilire la temperatura ideale per ciascun locale della tua abitazione, considerando anche il corretto tasso di umidità.


La temperatura nei vari locali di casa

Non tutti i locali sono uguali e anche le attività che si svolgono possono variare. Pensa ad una camera da letto, nella quale il tuo corpo riposa in maniera statica, al contrario della cucina dove pratichi movimento e dove hai la presenza di forno e fornelli.

- Camera da letto: molti indicano in 18° la temperatura ideale per un corretto riposo, abbinandola ad un'umidità piuttosto elevata (infatti sono venduti anche appositi umidificatori d'aria utili soprattutto a bambini e anziani). Bisogna dire che un corpo dopo 5 ore di riposo inizia ad abbassare la propria temperatura e quindi se hai la possibilità di programmare un paio di gradi in più in quel frangente non sarebbe male e potrai avere un risveglio ''meno traumatico''.

- Cucina: è forse l'ambiente più caldo e dinamico della casa. Ci si muove, si vive buona parte della giornata, si crea calore e umidità grazie alla presenza dell'acqua, dei fuochi e degli elettrodomestici in funzione. Tutto ciò può influire anche 2-3°C nell'aria ambiente e quindi appare corretto impostare nei mesi più freddi una temperatura intorno a 18-20° con un'umidità inferiore all'80%.

- Soggiorno: nel soggiorno o salotto che sia si sviluppa un'attività solitamente più tranquilla e sedentaria. Si guarda la televisione comodamente seduti sul divano, si legge un libro, ci si rilassa. Lo stesso vale ad esempio per un locale studio. In questo caso è bene alzare di un paio di gradi la temperatura oppure agire secondo la tabellina precedente. In questi ambienti mantenere 23°C con un tasso di umidità basso è l'ideale.

- Locale palestra: c'è chi ha un locale destinato all'attività fisica con una cyclette o un tapis roulant. Ci si muove e si suda: non va bene il troppo caldo. Mantieni un tasso di umidità compreso tra il 20% e il 40% con una temperatura intorno a 18°C. In questo caso, dopo l'attività fisica, la percezione sarà maggiore.

Quelli espressi sono dei valori indicativi in quanto molto dipende dai parametri enunciati in precedenza. Ci sono locali che anche se impostati a 16°C possono regalare gradevoli sensazioni in particolari condizioni, altri invece necessitano di 20°C di impostazione per rimanere a temperature accettabili.

In presenza di anziani oppure di bambini le cose possono cambiare e sarai costretto ad intervenire per far percepire una sensazione di benessere. Studi in materia affermano che per tali soggetti la temperatura ideale in tutti i locali sia intorno ai 22-23°C con un tasso di umidità compreso tra il 40% e il 65%. Attenzione però che i soggetti non siano affetti da patologie particolari.


Come rendere ideali le temperature negli ambienti domestici

Se stai costruendo una nuova abitazione noi di BTE Italia siamo in grado di supportare la progettazione degli impianti, ma anche delle opere edili, proponendoti soluzioni capaci di rendere ottimali i parametri di vivibilità negli ambienti domestici.

In alternativa è possibile intervenire con deumidificatori o climatizzatori, oppure con veri e propri progetti di manutenzione e di ristrutturazione da effettuarsi con nuovi materiali, innovative tecniche e implementando il tutto con ciò che la tecnologia più moderna è in grado di offrire. Noi di BTE abbiamo un team formato e specializzato che può seguirti e fornirti tutto il supporto possibile affinchè tu possa innalzare anche la classe energetica della tua abitazione, ottimizzando le risorse energetiche.

Un impianto di domotica ti aiuterà ad esempio a massimizzare la resa limitando gli sprechi energetici, sarai versatile, potrai stabilire in autonomia o chiedergli di farlo in automatico, la temperatura e il tasso di umidità ideale in ciascun ambiente di casa, programmando la gestione del calore o dell'aria fresca a seconda della stagione e dei momenti che vivrai all'interno di casa tua.

 



Recent Post